Altro

OLD page
feb
03
2011

Convegno sul “Mobile Payment: tra aspettative e realtà”

Il 9 febbraio si terrà il Convegno “Mobile Payment: tra aspettative e realtà”.

Il Convegno sarà ospitato presso l’Aula Carlo de Carli del Politecnico di Milano, e tratterà del Mobile Payment (Remote e Proximity) e dei servizi non transazionali, basati su tecnologia Near Field Communication (NFC) su cellulare, che in Italia possono rappresentare un elemento di profonda innovazione nelle modalità di pagamento.

Durante il Convegno saranno presentati i risultati della Ricerca 2010, che ha affrontato alcuni temi necessari alla diffusione di questi nuovi modelli.

Fra questi temi sono stati analizzati: gli ambiti applicativi più promettenti, il modo di percepire dei consumatori e il punto di vista degli esercenti, la sicurezza nelle transazioni e il quadro normativo nonché l’articolazione della filiera dell’offerta.

Nel pomeriggio del 9 febbraio, dalle 14.30 alle 17.30, sarà tenuta la Sessione di Approfondimento “Incontro con i Ricercatori dell’Osservatorio NFC & Mobile Payment” in cui saranno affrontati:

  • – l’analisi di alcune applicazioni rilevanti di Mobile Payment a livello internazionale;
  • – il tema della sicurezza delle applicazioni di Mobile Payment;
  • – l’evoluzione della normativa e le opportunità che emergono per lo sviluppo del Mobile Payment.

Chi fosse interessato al Convegno potrà trovare ulteriori informazioni sul sito dell’Osservatorio NFC & Mobile Payment.

mag
11
2010

UniCredit ti regala un “pezzo” della Finale di Champions League

UniCredit, gruppo bancario leader in Europa, ha siglato una nuova allenza, ma non in campo finanziario questa volta. Il suo nuovo partner è  l’organizzazione di calcio più popolare e prestigiosa in Europa: la UEFA. UniCredit infatti sarà lo sponsor ufficiale di UEFA Champions League per le prossime tre stagioni. Lo scopo della partnership è quello di migliorare la visibilità, tanto di UniCredit quanto di UEFA Champions League a livello internazionale, e soprattutto nei Paesi dell’Europa centrale ed orientale. (more…)

mar
26
2010

Abbonarsi a The Economist aiuta l’ambiente

Bella iniziativa quella lanciata da The Economist che, per ogni abbonamento sottoscritto, pianterà un albero nella The Economist Forest.

L’offerta online di The Economist, la principale fonte di analisi sul commercio internazionale e mondiale, è tra l’altro molto vantaggiosa: da oggi infatti offre l’opportunità di abbonarsi online, non solo risparmiando il 50% sul prezzo di copertina, ma ricevendo anche l’abbonamento alla versione online. Quindi due abbonamenti al prezzo di uno. (more…)

feb
08
2010

Portafogli più leggeri: i pagamenti diventano sempre più elettronici

Il 15 Febbraio entrerà in vigore nel nostro ordinamento la Direttiva Europea 2007/64 (relativa ai servizi di pagamento), recepita dal Governo il 22 Gennaio 2010.

Con tale direttiva si incentiva l’uso di strumenti di pagamento non cartacei e si permette l’accesso sul mercato dei sitemi di pagamento a nuove imprese, diverse dalle classiche istituzioni finanziarie. (more…)

feb
03
2010

Un regalo per San Valentino? Compralo su paypal-shopping.it!

Se anche voi rientrate nella categoria di quelle pesone che vengono colte da stress quando si tratta di scegliere un regalo, o se semplicemente non avete tempo per andare in giro e volete farvi un’idea su cosa regalre al vostro partner per il giorno di San Valentino, PayPal ha provato a semplificarvi la vita con il sito www.paypal-shopping.it, dedicato a tutti i negozi online che accettano PayPal al di fuori della piattaforma eBay. (more…)

gen
19
2010

Nasce iocasa.it, la community online dedicata al mondo della casa.

Segnaliamo la nascita del sito www.iocasa.it , basato interamente sulla condivisione di conoscenze, professionalità ed esperienza diretta dalla sua community.

Su iocasa troviamo domande e risposte relative al mondo della casa. Dall’acquisto alla ristrutturazione, dall’arredamento al design, fino alle forme di energia alternativa associate al risparmio energetico e alle normative che lo regolamentano. (more…)

dic
10
2009

Test della spesa intelligente di Visa: Italiani promossi!

Tra Giugno e Ottobre di quest’anno la redazione del decalogo della Spesa Intelligente Visa in collaborazione con Alessandro Di Pietro, conduttore di Occhio alla Spesa – Rai1 ha promosso l’iniziativa la ‘Spesa Intelligente Visa’ per aiutare i consumatori a orientarsi nelle scelte d’acquisto quotidiane.
L’iniziativa prevedeva la presenza di un Maggiordomo della Spesa Visa presso importanti centri commerciali a Milano, Roma e Napoli, pronto ad aiutare tutti i consumatori nelle loro scelte. (more…)

giu
12
2009

Liberalizzazione dei pagamenti elettronici

pagamentiAnche in Italia l’uso dei contanti vedrà probabilmente un netto calo nei prossimi mesi, esattamente dal momento in cui anche i supermercati, le assicurazioni, le compagnie petrolifere, quelle telefoniche, ecc., potranno emettere carte di credito, senza l’obbligo di un legame con un conto corrente.

Questo cambiamento porterà un vantaggio non indifferente ai consumatori, infatti aumentando la concorrenza per le banche, di certo diminuiranno i costi per l’utilizzo della carta di credito. Un altro aspetto positivo della nuova direttiva è dato dalla definizione di un chiaro regime di rimborsabilità del valore monetario contenuto nelle carte.

Gli effetti di questo nuovo regolamento si vedranno in maniera veramente evidente solo nel 2011, quando i Paesi dell’UE avranno l’obbligo di adeguarsi.

mag
12
2009

Poste: nuovo sportello no cash

poste Tutti pagamenti dei prodotti e dei servizi non potranno più essere pagati in contanti ma solo con Postamat, Bancomat, carta di credito e Postepay.

La sperimentazione per rendere più sicure le poste è cominciata ieri in otto uffici postali in Italia in cui sono disponibili tutti i servizi, sia postali (raccomandate, pacchi, invio corrispondenza ecc.) sia finanziari (bollettini, bonifici ecc) e in cui sono accettate solo carte di pagamento.

L’obiettivo di questa operazione è:

migliorare il livello del servizio in termini di professionalità delle risorse e di qualità delle dotazioni tecnologiche,

– incentivare l’uso dei sistemi di pagamento alternativi al contante, in armonia con il progetto Sepa (Single Euro Payments Area – area unica dei pagamenti in euro) sostenuto dalla Banca d’Italia, che mira a estendere il processo di integrazione europea ai pagamenti al dettaglio in euro effettuati con strumenti diversi dal contante.

– garantire maggiore sicurezza, evitando il rischio di rapine.

I nuovi uffici offriranno un ambiente personalizzato con un livello di riservatezza ancora più elevato. L’accesso all’ufficio sarà possibile solo attraverso l’utilizzo di tessere; all’esterno dell’ufficio sarà collocaro un lettore ottico che permetterà l’ingresso esclusivamente ai titolari di Postamat, Bancomat, prepagata Postepay oppure carta di credito emessa da qualsiasi istituto di credito.

Dalle prime interviste ai clienti degli uffici postali in cui è stato avviato il cambiamento, sembra che la reazione sia piuttosto positiva. Vedremo…

mar
05
2009

Nuova campagna pubblicitaria Visa

Campagna Visa Let's go

Campagna Visa

Per il nuovo spot, incentrato sulle check card (le carte che deducono istantaneamente il costo degli acquisti dal conto corrente), Visa rimpiazza il vecchio slogan “Life takes Visa” con il nuovo “More People Go With Visa”.

Un cambio di rotta quindi rispetto al vecchio “La Vita prende Visa”, che metteva il focus sul vantaggio dell’essere un titolare, dovuto ad una presa di coscienza del globale clima di pessimismo che la gente si trova ad attraversare.

“Sempre più persone scelgono Visa” suona quasi come un augurio per tutti quelli che vogliono andare avanti e superare questo periodo di recessione. Un messaggio ottimista quindi, ma soprattutto radicato nella realtà con cui la gente è costretta a scontrarsi ogni giorno e ad affrontare con i mezzi di cui è a disposizione. Si riconosce che, anche in tempi incerti, la gente vuole andare avanti e si vuole mettere in luce che Visa li aiuta farlo offrendo una gamma di prodotti di pagamento e fornendo strumenti di gestione del denaro. Ciliegina sulla torta, la voce di Morgan Freeman a commento delle immagini, che rassicura che i prodotti Visa sono per tutti quelli che vogliono andare avanti. E se vanno avanti, Visa offre loro la possibilità di farlo in modo conveniente, sicuro e responsabile.

Visa investirà 140 milioni di dollari in questa campagna che girerà su mezzi tradizionali e non in 44 paesi, praticamente tutto il mondo, ad esclusione dell’Europa dove la Compagnia è gestita in modo indipendente ed ha un proprio reparto di marketing.

Gli spettatori quindi non vedranno nello spot consumatori intenti a spese sfrenate, nessun sogno irrealizzabile verrà lotro promesso, ma il focus, come ho detto prima, sarà sulle check card, che sono utili per i piccoli acquisti di ogni giorno, non per le grandi spese, quasi a voler ulteriormente sottolineare che Visa condivide il clima di pessimismo e le scelte della gente di mettere momentaneamente da parte le illusioni e andare avanti secondo le proprie possibilità.

Mentre parte la campagna di Visa, American Express sceglie invece una via diversa e ritorna alle origini, ossi alla clientela di fascia alte per ridurre i rischi di insolvenza. Negli USA infatti, il debito accumulato in carte di credito ammonta a più di 984 miliardi di dollari. Amex dunque decide di ritornare a offrire i propri servizi solo a quegli Americani che sono in grado di pagare il loro debito a fine mese.

“If we had known this was coming, we would have ratcheted back some of our investment and put tighter guardrails on our credit decisions,” confessa al Wall Street Journal Alfred Kelly presidente della società, riferendosi al fatto che negli ultimi anni American Express si era aperta ad una fascia più bassa del mercato.